Bellè Giulia

Vincitrice per lo studio delle scenografie per l’opera lirica “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini, presso lo spazio architettonico dello Sferisterio unitamente a Veronica Toppino per i divertenti e brillanti costumi e a Giulia Randazzo per la regia.

Giovane scenografa italiana, si diploma all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Frequenta poi il master in scenografia e costume per l’opera lirica all’Opera Academy di Verona, dove studia sotto la guida di Pier Luigi Pizzi. Dal 2011 firma diverse produzioni per prosa, opera e musical, sia in Italia che all’estero, vincendo il Premio Nazionale delle Arti 2012 – Sezione Arti Scenografiche per Dido e Aeneas di Purcell e il Nuovo Premio Teatro Traiano – Miglior Corto a Tematica Sociale 2016 per il cortometraggio teatrale Dove nessuno più dormirà. Diverse le esperienze lavorative presso importanti teatri lirici italiani quali l’Arena di Verona e il Comunale di Bologna. Durante il suo percorso attraversa realtà molto diverse tra loro, seguendo per diversi anni sia produzioni di teatro carcere a fianco del “Teatro del Pratello”, sia produzioni operistiche, progettando sia spazi espositivi per eventi legati alla cultura, sia scenografie di spettacoli di prosa e musical per diverse compagnie.

Firma le scene per: Dido and Aeneas, opera lirica di H. Purcell, intervento site-specific all’interno di edifici storici in Toscana e Liguria, collaborazione tra Accademia di Belle Arti di Carrara e Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, 2012; Любовь и смерть в Вероне (Love and death in Verona) presso Saratov Kiselev Youth Theatre, Saratov, Federazione Russa, in collaborazione con IUGTE e ArtUniverse Agency, 2015; Zadnjih pet let prima rappresentazione assoluta in lingua slovena del musical “The last five years” di J. R. Brown, coproduzione tra Teatro Stabile Sloveno di Trieste e Teatro nazionale Sloveno di Nova Gorica, 2019; Le nozze di Figaro di W.A. Mozart, intervento site-specific all’interno del giardino di Palazzo Corsini, Firenze, per The New Generation Festival, 2019. https://bellegiulia.wixsite.com/bellegiulia

Da gennaio 2020 con Giulia Randazzo fanno  parte del team creativo dello Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma “Fabbrica-YAP”, con il quale hanno collaborato e stanno collaborando a diversi allestimenti: Evgenij Onegin (Robert Carsen), Turandot (Ai Weiwei), Rigoletto (Damiano Michieletto), Zaide (Graham Vick).

Sempre per l’Opera di Roma, firmano insieme il progetto visivo de La vedova allegra in lingua originale, diretta da Stefano Montanari in forma di concerto per la stagione estiva 2020 al Circo Massimo e Inconfessabile Verdi, drammaturgia inedita per il XX Festival Verdi “Scintille d’Opera” / VERDIOFF, Fondazione Teatro Regio di Parma.

 

N.B. il curriculum viene pubblicato come inviato dall’autore/autrice all’epoca del ricevimento del premio.

Per i costumi divertenti e brillanti, per le scene oniriche di Giulia Bellé e per gli intenti della regia che creano uno spettacolo coerente e strutturato nei contenuti e nell’estetica.

error: IL contenuto è protetto