Di Matteo Alessia

Vincitrice della “Sezione Critica Teatrale” alla X edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” con l’elaborato: “Lo spettacolo perfetto”.

 

Ho partecipato al vostro concorso di critica teatrale pur non essendo una CRITICA, né una Giornalista ma, nonostante la mia età, come iscritta ad un Corso di laurea della facoltà di Lettere di Firenze inerente la materia, nello specifico il corso è PROGEAS (progettazione e gestione delle imprese dell’arte e dello spettacolo).
Lavoro nell’ambito teatrale dall’età di 18 anni, mi sono formata in palcoscenico come attrice, i miei registi sono stati i miei maestri, oltre a frequentare centinaia di corsi, laboratori, seminari in giro per l’Europa.
Ho studiato chitarra classica per 10 anni e sono fisarmonicista; per oltre 10 anni ho recitato, suonato e cantato in spettacoli di varie compagnie teatrali italiane.
Ho firmato anche delle regie di spettacoli e molti progetti.
Vedo spettacoli da quasi vent’anni, e gioco/forza li vivo come se ne fossi la protagonista, penetrandoli e distaccandomi, alla fine dello spettacolo con fiumi di parole, scritte o raccontate a chi mi accompagna.
Decisi così di provare a fare leggere le mie critiche a qualcuno soltanto lo scorso anno quando ho partecipato al concorso di critica teatrale LETTERA 22 nel 2009 arrivando VI e poi ancora quest’anno con il vostro Concorso.
Da qualche anno ho smesso di “fare palcoscenico” e mi occupo di organizzazione, ho fondato una mia Ass. Culturale CONCERT/AZIONE EVENTI (http://www.concertazionevnti.com) con la quale sto lavorando al prossimo progetto che sarà un Festival di teatro proprio in Abruzzo, per dare voce, attraverso il teatro e la cultura ad una regione incantevole e un po’ isolata, dove la crisi del settore culturale che coinvolge tutti noi, si sente ancora di più.

N.B. Il curriculum viene pubblicato come inviato dall’autrice all’epoca del ricevimento del premio.

“Per la capacità di avvicinare un pubblico eterogeneo alla visione della realizzazione teatrale di un testo di grande rilievo, che nel tempo ha avuto numerose e differenti messe in scena come “Il sogno di una notte do mezza estate” di W. Shakespeare per la regia di Luca Ronconi e farne comprendere gli aspetti legati alla regia, alla scenografia, ai costumi; per la fine capacità di analisi di ciò che, a suo avviso, emerge o al contrario non appare nell’interpretazione degli attori e nell’insieme dello spettacolo, la Giuria ha ritenuto il testo: “Lo spettacolo perfetto” meritevole di vincere la X edizione del “Concorso Tragos” per la “Sezione Critica Teatrale”.