Donianni Valeria

Vincitore della VI edizione del “Concorso Tragos” per la seconda fascia d’età”, con il testo: “Uomini mediatici

“Uomini mediatici” di Valeria Donianni

Il testo “Uomini mediatici” dal quale è tratta la pièce ha vinto la VI edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” per la seconda fascia d’età.

La spersonalizzazione dell’essere umano fino alla perdita della memoria è il tema centrale della pièce. E’ un iter che l’uomo compie passivamente e senza rendersene realmente conto. Esseri che non ricordano nemmeno come si chiamano, si aggirano, come smarriti all’interno di una struttura-magazzino compiendo un lavoro ripetitivo. Qualche cosa tuttavia s’inceppa in questo meccanismo: qualcuno inizia progressivamente a “ricordare” prima il proprio nome e poi l’esistenza di una realtà diversa. Presa coscienza di ciò, l’essere umano non può rimanere insensibile e cerca, usando tutti i mezzi possibili, di riportare gli altri uomini a riprendere una consapevolezza di sé. Il finale ci lascia con il dubbio che forse alcuni uomini, dentro di loro, sono e restano comunque “automi”. L’originalità dello spunto tematico è supportata dall’uso di un linguaggio efficace e dalla teatrabilità degli effetti scenici.

“Il testo affronta il tema della spersonalizzazione dell’uomo, che lo ha portato all’appiattimento di ogni individualità all’incapacità di provare sentimenti ed emozioni e conseguentemente il tema del difficile cammino per riacquistare una propria identità. Esseri, che non ricordano nemmeno il loro nome, si aggirano all’interno di una struttura (magazzino/laboratorio) e lavorano usando materiale elettronico e informatico. Questo per loro è l’unico modo possibile per vivere. Accadrà tuttavia qualche cosa che ribalterà questa situazione, forse però solo apparentemente” (Vivi Milano).

Lo spettacolo è stato messo in scena nel 2006 presso il Teatro Filodrammatici di Milano con la regia di Maria Gabriella Giovannelli e il contributo della Regione Lombardia, Culture, Identità ed Autonomie della Lombardia e del Comune di Milano, Assessorato Sport e Giovani e con il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ufficio Scolastico per la Lombardia e della Provincia di Milano.


Interpreti: Roberto De Sano, Simona Lisco, Alfie Nze, Enrico Redaelli, Christian Stelluti, Nadia Bertocco, Marco Bruto, Rebecca Formaggia, Marco Radice, Alvaro Valente.
Scene e costumi a cura di: Stefania Barreca, Stefania Coretti, Elena Colombo, Gregorio Zurla (allievi del Duipartimento di Progettazione ed Arti Applicate – Istituto di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Brera) con il coordinamento del Prof. Roberto Comotti e della dott.ssa Beatrice Laurora.
Musiche originali di: Leziero Rescigno
Tecnici audio/luci, macchinisti: Teatro dei Filodrammatici
Regia di: Maria Gabriella Giovannelli
Ufficio Stampa e consulenza casting: Studio Koyaanisquatsi
Produzione: Pro(getto)scena

 

 

“Per l’originalità dello spunto tematico; per l’efficacia dell’uso del linguaggio nel condurre i dialoghi, che rivelano una buona tecnica di scrittura drammaturgica; per gli effetti scenici, la Giuria ha decretato il testo: “Uomini mediatici” meritevole di vincere la VI edizione del “Concorso Tragos” per la seconda fascia d’età”.