Lanaro Cristina

Ha ottenuto la “Segnalazione Speciale Vittorio Giavelli” alla XII edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” con il testo: “Sopra la città (mia soltanto è la patria della mia anima)”.       

Nata nel 1966, insegnante e scrittrice, vive e lavora in provincia di Vicenza.
Tra le pubblicazioni, il saggio ironico sulla maternità “All’ombra dei cavoli”, il romanzo psicologico “Madre utile, certo”, il romanzo storico “Il conte e la strega”, il romanzo giallo “Dove inizia la nebbia”, alcuni racconti e poesie.
Tra le produzioni per il teatro, alcuni testi per accompagnamenti musicali e testi teatrali rappresentati: “Gastone, Stella e l’albero di Natale”, “La rossa luce nel pozzo”, “Licet”.
Per ulteriori informazioni visita il sito web: www.cristinalanaro.it

N.B. La nota biografica viene pubblicata come inviata dall’autrice all’epoca del ricevimento del premio.

E’ la storia di una coppia un tempo felice, ora caduta nella disperazione a causa della malattia che ha colpito il marito, infermità verso la quale non c’è rimedio e la cui sofferenza rende impotenti coloro che sono accanto e li trascina in un vortice di disperazione.

“Per la tematica trattata, inerente all’impotenza, alla sofferenza e alla “distruzione” provata da chi vive costantemente accanto a persone colpite da malattie senza possibilità né di recupero, né di rapida soluzione e per gli interrogativi che determina sulla leicità di alcuni atti estremi, la Giuria ha ritenuto il testo: “Sopra la città (mia soltanto è la Patria della mia anima)” meritevole della “Segnalazione Speciale Vittorio Giavelli” per la XIII edizione del “Concorso Tragos”.