Pichierri Marco

Ha ottenuto la “Segnalazione Speciale Tragos per la Nuova Drammaturgia” alla XIII edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” con il testo: “In cortisone veritas”.

Posizione lavorativa attuale: Imprenditore – Amministratore Pichierri sas – Genova

Formazione artistica
2008-2012 Cfa di Luca Bizzarri – Genova
2010-2014 Teatro della Tosse – Fondazione Luzzati – Genova 2010-2014 Seminari e workshop vari

Esperienze artistiche
2010 – 2015 Compagnia Stabile Teatro Govi – Genova (“La Locandiera”, “Gli Uomini preferiscono le bionde”, “La Mandragola”, “Miseria e Nobiltà” Regie I. Castellani)
2012 – 2014 Teatro della Tosse – Genova (“Il Processo” da F. Kafka, Regia E. Campanati; “Il Simorg”, Regia A. Romeo)
2014 Compagnia FREM – Genova (“Si nasce tutti pazzi alcuni lo restano”, Regia M. Jorio)
2014 – 2016 Collaborazione con Mark Roberts (Ensemble Studio Theatre di New York) e Vico degli Attori (Genova) come autore di testi teatrali
2015 – Vincitore “Premio Pre-Visioni 2015 “ Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

N.B. Il curriculum viene pubblicato come inviato dall’autore all’epoca del ricevimento del premio.

L’azione si svolge nello studio di uno psicanalista. In alcune scene ci troveremo realmente al suo interno mentre in altre ci sposteremo in spazi diversi proiettati dai ricordi, dai sogni, dai racconti o dalle ambizioni del nostro protagonista.
Il paziente si affida ciecamente allo specialista che sembra provare piacere da questo suo ruolo, talvolta spingendosi oltre, fino a quasi prendersi gioco di lui, contro ogni deontologia professionale. Ma ben presto i suoi racconti prenderanno il sopravvento non solo su di lui ma anche sullo stesso psicologo fino ad un totale capovolgimento delle parti. Sarà proprio lo psicologo ad avere la peggio, a veder crollare tutte le sue certezze realizzando che il mondo che ha vissuto fino a quel momento non esiste; probabilmente è l’ennesimo sogno, questa volta estremamente reale, del suo paziente.

“Per la costruzione del testo che sa ben equilibrare con un linguaggio essenziale ed immediato e con spunti divertenti ma mai banali il momento reale inerente al rapporto che intercorre tra paziente e psicanalista e quello onirico, frutto delle pulsioni e dei sogni del paziente, la Giuria ha ritenuto il testo: “In cortisone veritas” meritevole della “Segnalazione Speciale Tragos per la Nuove Drammaturgia”, edizione 2016”.