Beinat Sara

Ha ottenuto la “Segnalazione Speciale Vincenzo Di Lalla” alla XI edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” con il testo: “Fotocopie”. 

Sara Beinat nasce in Germania da una famiglia di gelatai emigranti e ritorna nell’originario Friuli all’età di tre anni. Impara a leggere a cinque anni, a sette inizia a scrivere racconti e da allora non ha mai smesso, ottenendo riconoscimenti a concorsi letterari nazionali (2007 Bere il territorio, 2010 La gaia mensa, 2011 Wine on the road).
Si laurea al Dams dell’Università di Udine con una tesi su un laboratorio teatrale tenuto all’OPP di Trieste ai tempi di Basaglia. Dopo il diploma conseguito presso l’accademia teatrale Città di Trieste, lavora come attrice in produzioni teatrali, cortometraggi, videoclip, performance e come voice over. Al momento porta avanti due progetti paralleli, uno con l’attrice Marta Riservato e l’altro con la compagnia Consorzio Scenico.
Il testo Fotocopie rappresenta la sua prima incursione nel mondo drammaturgico. teatrale Città di Trieste e lavora come attrice.

N.B. I cenni biografici sono pubblicati come inviati dall’autrice all’epoca del ricevimento del Premio.

Il testo affronta il tema della disoccupazione giovanile e delle strategie “esasperate” usate al giorno d’oggi per le assunzioni nelle aziende. Usando il titolo stesso, il testo potrebbe essere definito una “fotocopia” della situazione nella quale si trovano molti giovani che escono da Università con lauree e master e si trovano a dover ripiegare, se sono fortunati, su lavori spesso demotivanti e per nulla consoni alla loro preparazione.

Il testo “Fotocopie”, dal quale è stata tratta la pièce, ha ottenuto la “Segnalazione Speciale Vincenzo Di Lalla” alla XI edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos”.
Il testo affronta in maniera sarcastica e “graffiante” il tema della disoccupazione giovanile e delle “strategie esasperate” usate per le assunzioni nelle aziende. Usando il titolo stesso, il testo potrebbe essere definito una “fotocopia” della situazione nella quale si trovano molti giovani che escono dalle Università con lauree e master e si trovano a dover ripiegare, se fortunati, su lavori spesso demotivanti e per nulla consoni alla loro preparazione.
La pièce è andata in scena nel 2014, con la regia di Maria Gabriella Giovannelli, presso il Teatro San Francesco in occasione dell’”Alexandria Scriptori Festival

Interpreti: Marcello Bestetti, Roberto Colombo, Alfredo Longo, Annagiulia Longo, Ylenia Proietto, Enrico Redaelli Spreafico
Musiche di Alberto Longo
Tecnici audio/luci: Teatro San Francesco – Alessandria

Regia di Maria Gabriella Giovannelli
Produzione e Ufficio Stampa: Pro(getto)scena

“Per l’originalità del tema trattato, per l’efficacia dell’uso del linguaggio che rivela una buona tecnica di scrittura drammaturgica; per i dialoghi ben costruiti; per la capacità di mantenere nel lettore l’interesse di ciò che sta accadendo fino all’epilogo, la Giuria ha ritenuto il testo: “Fotocopie” meritevole di ottenere la “Segnalazione Speciale Vincenzo Di Lalla” per l’XI edizione del “Concorso Tragos”.