Bizimoska Andjela

Ha ottenuto la “Segnalazione Speciale Vittorio Giavelli” alla XIV edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” con il testo: “Il cuore oltre l’ostacolo”.

Breve Curriculum
Regista d’opera lirica, Assistente alla regia, Direttore di palcoscenico

Istruzione

• Nell’ottobre del 2017 si è iscritta al Corso di Laurea magistrale in Scenografia per il Teatro, presso l’Accademia di belle arti, Catania.
• Nel maggio del 2015 ha concluso il Corso propedeutico di Regia presso la Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” a Milano.
• A febbraio del 2015 ha concluso il Master in Regia Lirica presso l’Accademia per l’Opera Italiana di Verona Polo nazionale artistico di alta specializzazione sul teatro musicale e coreutico (Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma e Accademia di Belle Arti di Verona) con una tesi dal titolo: Progetto di regia scene e costumi per la messa in scena dell’opera “Evgenij Onegin” di Pëtr Il’ič Čajkovskij seguita dai relatori M° Gianfranco De Bosio e M° Lorenzo Mariani.
• Nel 2014 ha freguentato il Workshop di Regia e Drammaturgia per l’opera Salomè di Antoine Mariotte. Bayerische Theaterakademie, Monaco di Baviera, Germania.
• Nel 2013 ha conseguito la Laurea Magistrale in Musicologia presso Alma Mater Studiorum, Università di Bologna. Facoltà di Lettere e Filosofia, con una tesi in Istituzioni di Regia intitolata: Don Giovanni fra tradizione e innovazione. Alcune regie a confronto, seguita dai relatori Prof Claudio Longhi e Prof Marco Beghelli.
• Nel 2010 ha conseguito la Laurea Triennale in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo presso Alma Mater Studiorum, Università di Bologna. Facoltà di Lettere e Filosofia, con una Tesi di laurea in: Organizzazione ed Economia della Spettacolo seguita dal Relatore: Prof. Matteo Casari.
• Nel 2005 prende il Diploma di Maturità liceale (licenza di teoria, solfeggio e armonia; compimento inferiore di composizione, contrappunto e pianoforte) presso l’Istituto di Musica Ilija Nikolovski Luj, Skopje ( Macedonia).

Regista

• Ad ottobre 2018 cura la regia e la drammaturgia dello spettacolo teatrale inedito Il cuore oltre l’ostacolo, evento commemorativo della fine della Grande Guerra. e lo mette in scena presso la Caserma A. Santangelo Fulci, Catania
• Ad agosto 2018 cura la regia di Alcina di G.F.Händel
• Ad agosto 2017 riprende La Serva Padrona di G. B. Pergolesi e la mette in scena presso la Terrazza Panoramica della Badia di San’t Agata a Catania.
• A gennaio 2017 mette in scena Brancati al Brancati quattro racconti di Vitaliano Brancati messi in musica da Ferdinando D’Urso (prima esecuzione assoluta).
• A gennaio 2017 mette in scena la sacra rappresentazione La bella sant’Agata scritta da Michele Giuffrida con le musiche di Ferdinando D’Urso presso la chiesa di San Placido a Catania (prima esecuzione assoluta).
• A settembre del 2016 cura la regia di La Serva Padrona di G. B. Pergolesi presso il Teatro Impulso a Catania.
• Nel marzo 2016 partecipa come regista al Talent Show Open Opera vince e cura la regia del Gala Carmen a Collesalvetti nella Sala Spettacolo.
• A giugno del 2015 cura la messinscena di Singolare avventura di Francesco Maria di Vitaliano Brancati con la musica inedita di Ferdinando D’Urso eseguita dall’Arya Quartett (prima esecuzione assoluta), Messina.
• A marzo 2015 è co-regista per la messa in scena dell’opera Adriana Lecouvreur di F.Cilea presso Macedonian Opera and Ballet, Skopje, Macedonia.
• A febbraio 2015 cura la regia di Cannetella, atto unico con parole e musica di Paolo Geminiani inserito all’interno dello spettacolo Le belle addormentate, andato in scena al Teatro Ristori di Verona (prima esecuzione assoluta). Direzione musicale: Andrea Mannucci.

Premi

• Open Opera- Gala Carmen, primo premio per la messa in scena in forma di concerto di Carmen di Bizet, Marzo 2016 Sala Spettacolo, Collesalvetti. Direttore musicale: M° Mario Menicagli.

Assistente alla regia/maestro collaboratore
Dal 2011 ha collaborato con importanti registi (F. Bellotto, P.L Pizzi, H. Brockhaus, E. Marini, C. Saletti, D. Abbado, L. Regazzo, F. Esposito, G. Eldridge, B. Morassi, D. Gately, E. Castiglione, G. Palumbo, E. Stinchelli);

sia in Italia (Teatro Donizetti Bergamo; Teatro Rossini, Lugo; Teatro Comunale, Bologna; Teatro Duse, Bologna; Piccolo Festival, Friuli Venezia Giulia; Teatro Olimpico, Vicenza; Antico Teatro, Taormina; Teatro Greco, Siracusa; Teatro Ristori, Verona; Teatro Sociale, Rovigo; Villa Le Zerbate, Sommacampagna; Trentino Music Festival, Music Academy International, Mezzano; Teatro Di Stefano, Teatro Maestro Tonino Pardo, Ente Luglio Musicale Trapanese, Trapani; Teatro Brancati, Catania);

che all’estero (Cultural Centre Grand Theatre Hong Kong; Fujian Grand Theatre, Fuzhou, Cina; Macedonian Opera and Ballet, Skopje, Macedonia; Teatru Astra, Gozo, Malta); 

curando le seguenti produzioni: La Cecchina ossia la buona figliola di N. Piccinni; Jakob Lenz di W. Rihm; Signor Bruschino di G. Rossini; Il barbiere di Siviglia di G. Rossini; Cenerentola di G. Rossini; Cosi fan tutte di W.A. Mozart; Don Giovanni di W.A. Mozart; Le nozze di Figaro di W.A. Mozart; Cavalleria rusticana di P. Mascagni; Pagliacci di R. Leoncavallo; Adriana Lecouvreur di F. Cilea; Norma di V. Bellini: Carmen di G. Bizet; Madama Butterfly di G. Puccini Tosca di G. Puccini; L’incoronazione di Poppea di C.Monteverdi; Cendrillon di J.Massenet; Senso e Boito a Custoza di C. Boito (teatro di prosa); Lucia di Lammermoor di G. Donizetti; La Traviata di G.Verdi.

Direttore di palcoscenico

• Ad aprile del 2019 è stata Direttore di palcoscenico presso Teatro Zandonai di Rovereto nella produzione di Il Trovatore di G. Verdi con la regia di Luigi Orfeo.
• A febbraio del 2019 è stata Direttore di palcoscenico presso Teatro Comunale di Ferrara nella produzione di Turandot di G. Puccini con la regia di Pierluigi Pizzi.
• A dicembre del 2018 e gennaio 2019 è stata Direttore di palcoscenico presso Teatro Sociale di Rovigo nelle produzioni Le Nozze di Figaro di W.A.Mozart con la regia di Massimo Pizzi Gasparon Contarini e Turandot di Puccini con la regia di Pierluigi Pizzi.
• A novembre del 2018 è stata Direttore di palcoscenico presso l’Ente Luglio Musicale Trapanese nelle produzioni di Cendrillon di P. Viardot, con la regia di Renato Bonajuto; e Il Matrimonio Segreto di D. Cimarosa con la regia di Natale De Carolis.
• Ad ottobre del 2018 è stata Direttore di palcoscenico presso Teatru Astra, Gozo, Malta nella produzione di La Traviata di G. Verdi con la regia di Enrico Stinchelli.
• A giugno del 2018 è stata Direttore di palcoscenico per il laboratorio di Arte Drammatica del Teatro del Molo 2 nella produzione teatrale di Solo Andata presso il Centro Zō di Catania con la regia di Gioacchino Palumbo
• Da ottobre a novembre 2017 è stata Direttore di palcoscenico presso Teatro Sociale di Rovigo nella produzione di Il barbiere di Siviglia di G. Rossini con la regia di Massimo Pizzi Gasparon Contarini.
•Da settembre ad ottobre 2017 è stata Direttore di palcoscenico presso OperaEstate Festival Veneto, Bassano del Grappa nella produzione di Il Mago di Oz di P. Valtinoni con la regia di Luca Valentino.
•Da Giugno ad Agosto 2017 è stata Direttore di palcoscenico presso Music Academy International per Mezzano Romantica nelle produzioni di Don Giovanni di W.A.Mozart; Cendrillon di J.Massenet e Dark Sisters di N. Muhly (prima europea) con la regia di David Gately; Il Flauto magico di W.A.Mozart con la regia di Robin Blauers, e Rinaldo di G.F. Handel con la regia di Barbara Wojtczak.
• Da settembre a dicembre del 2016 è stata Direttore di palcoscenico presso l’Ente Luglio Musicale Trapanese nelle produzioni di Falstaff di G. Verdi, Cendrillon di P. Viardot, La voix Humaine di F. Poulenc e L’heure Espagnole di M. Ravel con la regia di Renato Bonajuto; Alcina di G.F.Handel con la regia di Maria Paola Viano; Madama Butterflly di G. Puccini con la regia di Stefania Panighini; e Lucia di Lammermoor di G. Donizetti con la regia di Vasilis Anastassiou.
• Nell’estate del 2012 è stata Direttore di palcoscenico presso il Piccolo Festival di Friuli Venezia Giulia nella produzione del Signor Bruschino di G. Rossini, con la regia di Elisabetta Marini.

 

N.B. Il curriculum viene pubblicato come inviato dall’autrice all’epoca del ricevimento del premio.

 

Raccontare la Prima Guerra Mondiale dal basso non è cosa facile. È difficile immaginare uno spettacolo fatto di sangue e morte; è difficile, per noi, calarci nell’esperienza profonda di una guerra in generale. Eppure siamo qui per provare a raccontarvela, per dare il nostro contributo alla commemorazione dei protagonisti che l’hanno vissuta: nove milioni di poveri soldati caduti e venti milioni di feriti e mutilati. La sceneggiatura è pensata per essere raccontata tramite gli occhi di un ragazzo di oggi, nipote di un soldato caduto in guerra; in questo modo essa viene pensata in una doppia dimensione spazio-temporale. Lo spettacolo è basato su fatti veri e testimonianze, filmati esclusivi, documenti, fotografie, registrazioni e lettere che non possono lasciare indifferenti. Ci siamo ispirati alle parole di Emilio Lussu quando scrive: “Non alla fantasia ho fatto appello, ma alla mia memoria (…) Io mi sono spogliato anche della mia esperienza successiva e ho rievocato la guerra così come noi l’abbiamo realmente vissuta, con le idee e i sentimenti di allora. Non si tratta quindi di un lavoro a tesi: esso vuole solo essere una testimonianza italiana della grande guerra.” Questo spettacolo è stato realizzato ad ottobre nel 2018 per commemorare 100 anni dalla fine della Grande Guerra.

 

 

error: IL contenuto è protetto