Dileo Giulio

Ha vinto la “Sezione Drammaturgia Atti Unici” alla XV edizione del “Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos” con il testo “Verbum” 

Attività progettuali scolastiche

Ideatore e Coordinatore del Laboratorio Teatrale: 1° Corso di dizione e recitazione c/o Liceo Scientifico Statale “Albert Einstein” di Cerignola – FG (a.s. 1999 / 2000);

“Cento anni di relatività”, celebrazione dei cento anni della “Relatività ristretta” di A. Einstein (1905-2005) con regia del lavoro teatrale “Altri Mondi” (traduzione e libero adattamento da Flatland di Edwin A. Abbott);

Tutor del progetto P.O.N. (Mod. II) “Scrivere la Storia (Codice: 3.2. 2003-230)

Esperto del Progetto P.O.N./FSE « 2007 IT 05 1 PO 013 « Misura C Azione 1 : « Comunicare in Inglese »

Tutor del progetto P.O.N./FSE « 2007 IT 05 1 PO 007 » Misura F Azione 2 FSE – 2008-95 « Esprimersi è Comunicare » (a.s. 2008-2009)

Ideatore e Coordinatore del Progetto “Galileo” c/o Liceo Scientifico Statale “Albert Einstein” di Cerignola – FG (a.s. 2009 / 2010);

Progetto-Teatro (a.s. 2005/2006): sceneggiatura, laboratorio e regia del lavoro teatrale “Altri Mondi” (traduzione e libero adattamento da Flatland di Edwin A. Abbott);

Progetto: Anno Internazionale dell’Astronomia e celebrazione dei 400 anni delle scoperte di Galileo Galilei c/o Liceo Scientifico Statale “Albert Einstein” di Cerignola – FG (a.s. 2009/2010): sceneggiatura, laboratorio e regia del lavoro teatrale “Galileo, l’Eretico” (libero adattamento da Vita di Galileo di Bertolt Brecht);

Progetto-Teatro (a.s. 2011/2012): sceneggiatura, laboratorio e regia del lavoro teatrale “Processo ad Andrea Cicchetto”;

Progetto-Teatro (a.s. 2013/2014): sceneggiatura, laboratorio e regia del lavoro teatrale in lingua inglese “Flatland” (dall’omonimo romanzo di Edwin A. Abbott);

Progetto-Teatro (a.s. 2017/2018): sceneggiatura, laboratorio e regia del lavoro teatrale “Giast Merridd – Oggi Sposi a Cerignola Ieri”” (commedia in versi in dialetto cerignolese);

Progetto-Teatro (a.s. 2018/2019): sceneggiatura, laboratorio e regia del lavoro teatrale “E Nuovi Pensieri Tesseva” (libero adattamento dell’Odissea di Omero).

Pubblicazioni:

Giulio Dileo (a c. di) Edwin A. Abbott, Flatland – Letteratura Inglese e Americana- Guida alla lettura – Loescher Editore, Torino, 2001;

Giulio Dileo, Come studiare e perché (Manuale per studenti liceali), Liceo Scientifico Statale “A. Einstein”, 1998 e 1999;

Cognati d’Italia (Ilmiolibro.it, 2011);

Giulio Dileo, Gli Uni e gli Altri, in “Teatro Contemporaneo e Cinema” (diretta da Gianfranco Bartalotta), AA.VV. (Anno IV – n° 10, settembre 2011).

Collaborazione ai Periodici:

START – CSI Bari (1985/1989)

MAI DIRE SPORT – Milano (1993)

IL SALE – Milano (1993/1994

CITTA’ PER L’UOMO – Cerignola (1993/1999)

Premi e Concorsi

Finalista Premio Teatrale “Paracelso” (2005) – “Teatro degli Alchemici” (PA);

Premio “Vittorio Gassman”: III edizione Rassegna Nazionale Teatro-Scuola (Castro dei Volsci, 2006);

Finalista XXII edizione Premio teatrale “FONDI LA PASTORA”;

III classificato “Premio Borrello per la nuova drammaturgia 2009” (2^ edizione);

IV classificato Premio Letterario Nazionale “Città di Mesagne” (sez. Teatro) – VII edizione (2009);

Premio della Critica “Premio Borrello 2010 per la nuova Drammaturgia” (III edizione);

2° classificato “Premio Borello 2011 per la nuova Drammaturgia (IV edizione);

4° classificato Premio Letterario Nazionale “Città di Mesagne” – X edizione (sezione Teatro), categoria A – Inediti;

9° classificato Premio Letterario Nazionale “Città di Mesagne” – X edizione (sezione Poesia).

2° classificato Premio Letterario Nazionale “U. Bozzini – Città di Lucera” (sezione Teatro 2014);

3° classificato Premio Letterario Nazionale “Città di Mesagne” – XII edizione (sezione Teatro 2014).

1° classificato Premio Letterario Nazionale “U. Bozzini – Città di Lucera” (sezione Teatro 2015);

4° classificato Premio Letterario Nazionale “Città di Mesagne” – XIII edizione (sezione Teatro 2017);

2° classificato Premio Letterario Nazionale “U. Bozzini – Città di Lucera” (sezione Teatro 2017);

1° classificato Premio Letterario Nazionale “U. Bozzini – Città di Lucera” (sezione Teatro 2018).

Menzione Speciale Premio Letterario Nazionale “U. Bozzini – Città di Lucera” (sezione Teatro 2019).

Adesione a circoli culturali e letterari/ gruppi, compagnie, forum:

Ha fondato – e dirige in qualità di Presidente – l’Associazione Culturale “MASCHERE & SUONI”, per la quale ha scritto i testi e curato la regia di:

“ART DUELLO” (Contest narrativo di poesie e canzoni a tema);

“CANTAMI, O DIVA, DELLA GRANDE GUERRA” (Recital nel centenario della Prima Guerra Mondiale);

“CIAO, PA’ – le canzoni di Pier Paolo Pasolini” (Recital nell’anniversario della morte);

“CANTATA IN DIALETTI DIVERSI” (Recital per la Giornata della Poesia dialettale);

“LUNA” (Recital nel cinquantenario dello sbarco dell’uomo sulla luna).

 

N.B. il curriculum viene pubblicato come inviato dall’autore/autrice all’epoca del ricevimento del premio.

Il 31 ottobre 1517 la pubblicazione delle 95 TESI di Martin Lutero a Wittenberg impresse una rivoluzione alla cultura, alla società e alla storia della Germania e di tutta l’Europa. In seguito alla protesta del monaco tedesco, tra la fine del Medioevo e l’inizio dell’età moderna la Chiesa in Occidente si spaccò: al Nord le Chiese” riformate” di Lutero e poi di Calvino, al Sud quella papista, fedele ai riti e miti della Chiesa “cattolica, apostolica e romana”. Le due ideologie religiose – divise dal principio del libero pensiero riguardo all’idea di Verità – sono dibattute nel dialogo tra i due anonimi personaggi. All’interno della questione teologica, in cui si insinua il mito sempre attuale del “Dio denaro”, capace di corrompere l’armonia del mondo e far esplodere le negatività dell’uomo, qui si fa inoltre riferimento alla traduzione divulgatrice della BIBBIA, che Lutero rese comprensibile da tutti in una nuova lingua tedesca. Il finale aperto lascia libertà di risposta al quesito: in un mondo percorso da violenza razziale e fanatismo ideologico, dilaniato da sovranismo e intolleranza, nella dialettica tra relativismo e assolutismo che salvaguardi il diritto di ognuno a praticare o meno la propria personale spiritualità e cultura religiosa, c’è speranza nella pacifica convivenza in nome di un’Etica universale?

error: IL contenuto è protetto